Musei: doveva essere una rivoluzione, invece