La piattaforma italiana di crowdfunding Produzioni dal Basso ha organizzato, in collaborazione con Banca Etica, un ciclo di talk e momenti di formazioni completamente gratuiti e aperti a tutti col nome di Attiviamo Energie Positive, “Vogliamo creare un’opportunità di crescita e di condivisione, per non arrendersi al clima di emergenza, per generare un’occasione di confronto, conoscere nuovi strumenti, progettare nuove strategie.”

Ascolta la registrazione integrale dell’incontro di venerdì 10 aprile, in cui si è unito alla rassegna anche Bertram Niessen, direttore di cheFare, per parlare di economia politica della cultura e ridefinizione degli spazi culturali, con la moderazione di Flaviano Zandonai e la partecipazione di oltre 200 utenti collegati in streaming contemporaneamente.

10 aprile

Nuovi spazi ed economia politica della cultura, Bertram Niessen ad Attiviamo Energie Positive

La piattaforma italiana di crowdfunding Produzioni dal Basso ha organizzato, in collaborazione con Banca Etica, un ciclo di talk e momenti di formazioni completamente gratuiti e aperti a tutti col nome di Attiviamo Energie Positive, “Vogliamo creare un’opportunità di crescita e di condivisione, per non arrendersi al clima di emergenza, per generare un’occasione di confronto, conoscere nuovi strumenti, progettare nuove strategie.”

Ascolta la registrazione integrale dell’incontro di venerdì 10 aprile, in cui si è unito alla rassegna anche Bertram Niessen, direttore di cheFare, per parlare di economia politica della cultura e ridefinizione degli spazi culturali, con la moderazione di Flaviano Zandonai e la partecipazione di oltre 200 utenti collegati in streaming contemporaneamente.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

11 proposte per i nuovi centri culturali

Leggi l'approfondimento

Potrebbero interessarti anche questi articoli

La tensione nomadica di Neutopica: la call 2022

10 Giugno 2022
cinema

Che cinema vogliamo stasera?

24 Luglio 2013

Come le nazioni europee stanno cercando di aiutare il settore culturale dopo il Coronavirus

24 Giugno 2020