Il 18 novembre dalle 18:00, presso Off Campus San Siro – via Giacinto Gigante, di fronte al civico 5 (Milano), durante la rassegna BookCity Milano gli autori di L’ultima Milano. Cronache dai margini di una città esporranno la ricerca che li ha condotti alla stesura del libro, un’inchiesta costruita attraverso le testimonianze di coloro che in prima persona si confrontano con limiti e fatiche della città.

Prima che la crisi del Covid-19 proiettasse la città in una nuova dimensione piena di incognite sul futuro, Milano correva: incremento demografico, irresistibile attrazione di capitali stranieri, boom immobiliare, riqualificazione diffusa di pezzi di città, crescita del numero di studenti nelle università, esposizione mediatica senza precedenti. Una città-bolla, che “non restituisce più niente di quello che attrae” ha detto un ministro.

Il ventre di Milano ribolle di contraddizioni, ma ha in sé anche i semi per un ripensamento collettivo a partire dalle voci e dalle esperienze di chi reclama e disegna una città più equa e accogliente.

Intervengono:

  • Jacopo Lareno Faccini e Alice Ranzini, l’autore e l’autrice del testo

In dialogo con:

  • Elena Granata, DAStU Politecnico di Milano,
  • Bertam Niessen, direttore scientifico di cheFare
  • Paolo Grassi, Mapping San Siro – DAStU Politecnico di Milano.

La partecipazione a tutti gli appuntamenti di BookCity è gratuita con prenotazione obbligatoria.

SCOPRI DI PIU’

L’accesso agli eventi sarà possibile solo con Certificazione Verde COVID 19 (denominata Green Pass) valida. Sarà necessario indossare correttamente la mascherina per tutta la durata degli eventi.

18 novembre, dalle 18.00

L’ultima Milano. Cronache dai margini di una cittàcheFare in dialogo con gli autori

Il 18 novembre dalle 18:00, presso Off Campus San Siro – via Giacinto Gigante, di fronte al civico 5 (Milano), durante la rassegna BookCity Milano gli autori di L’ultima Milano. Cronache dai margini di una città esporranno la ricerca che li ha condotti alla stesura del libro, un’inchiesta costruita attraverso le testimonianze di coloro che in prima persona si confrontano con limiti e fatiche della città.

Prima che la crisi del Covid-19 proiettasse la città in una nuova dimensione piena di incognite sul futuro, Milano correva: incremento demografico, irresistibile attrazione di capitali stranieri, boom immobiliare, riqualificazione diffusa di pezzi di città, crescita del numero di studenti nelle università, esposizione mediatica senza precedenti. Una città-bolla, che “non restituisce più niente di quello che attrae” ha detto un ministro.

Il ventre di Milano ribolle di contraddizioni, ma ha in sé anche i semi per un ripensamento collettivo a partire dalle voci e dalle esperienze di chi reclama e disegna una città più equa e accogliente.

Intervengono:

  • Jacopo Lareno Faccini e Alice Ranzini, l’autore e l’autrice del testo

In dialogo con:

  • Elena Granata, DAStU Politecnico di Milano,
  • Bertam Niessen, direttore scientifico di cheFare
  • Paolo Grassi, Mapping San Siro – DAStU Politecnico di Milano.

La partecipazione a tutti gli appuntamenti di BookCity è gratuita con prenotazione obbligatoria.

SCOPRI DI PIU’

L’accesso agli eventi sarà possibile solo con Certificazione Verde COVID 19 (denominata Green Pass) valida. Sarà necessario indossare correttamente la mascherina per tutta la durata degli eventi.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Nuovi centri culturali

Leggi il longform

Potrebbero interessarti anche questi articoli

La fine del neoliberismo sta arrivando — le sue ideologie stanno perdendo ogni significato

11 Giugno 2019
città

Via dalla città, per una resilienza montana

17 Marzo 2017

Lo slacktivism è l’unica forma di attivismo social?

28 Luglio 2021