nube di parole open data voce

Martedì 13 novembre

Nube di parole – Open Data: la voce enciclopedica nata dalla scrittura partecipata. Presentazione da WeMake

WeMake
Via Stefanardo da Vimercate, 27/5
Milano

Nel settore culturale i nomi delle professioni, delle pratiche, perfino degli spazi di lavoro sono spesso usati in modo incerto. Questa incertezza è terreno fertile per alcune cattive abitudini: dallo sfruttamento del lavoro sotto la patina di un job title altisonante al confezionamento di progetti virtuosi solo sulla carta. Chiarire il significato delle parole è un modo per dare dignità ai lavoratori e ai mestieri, alle loro pratiche e ai loro spazi.

Ecco perché noi di cheFare, insieme a WeMakeCentro Studi del Presente e Polo del ‘900, abbiamo ideato Nube di parole: un progetto nato per fare chiarezza su alcune parole del lavoro culturale di oggi attraverso un processo di scrittura partecipata di 4 nuove voci enciclopediche.

La prima voce è Open Data e sarà presentata martedì 13 novembre 2018 alle 18.30 da WeMake

Se conosci il significato di ‘Open Data’ partecipa alla co-scrittura: clicca qui.

INTERVENGONO
Francesca De Chiara
Claudio Paolucci
Walter Vannini

Moderazione a cura di CheFare e WeMake

Nube di parole è realizzato con il sostegno di Compagnia di San Paolo

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Leggi Nube di Parole, la nostra pubblicazione sulle parole del lavoro culturale contemporaneo

18 Settembre 2019

Dobbiamo parlare del rapporto tra politica, economia e cultura, e non possiamo più rimandare

14 Febbraio 2019

Contro l’engagement, cercasi audience disperatamente

12 Febbraio 2019