Gli spazi del possibile. I nuovi luoghi della cultura e le opportunità della rigenerazione è il nuovo libro curato da Roberta Franceschinelli che indaga i nuovi centri culturali a partire dall’esperienza di Culturability, il programma nazionale dedicato ai centri culturali innovativi promosso da Fondazione Unipolis.

La pubblicazione, edita da Franco Angeli, racconta della diffusione di questi luoghi ibridi e di contaminazione di saperi, linguaggi e pratiche. In un momento chiave come quello che stiamo vivendo, la ripresa delle attività culturali trova in quel ‘possibile’ una speranza di riattivazione e nuova attenzione ai processi di rigenerazione dal basso. Il lavoro propone gli esiti delle attività di ricerca condotte sui partecipanti alle diverse edizioni del bando, cui si aggiungono i contributi teorici che affrontano i molteplici temi legati al fenomeno: il rapporto con il territorio e la pubblica amministrazione, le reti di collaborazione, i nuovi profili professionali o le questioni giuridiche e legali.

cheFare ha sempre seguito attivamente il bando Cultrability attraverso confronti, scambi e in seguito con una partnership formale. La pubblicazione del libro è una tappa importante del cammino dei nuovi centri culturali in Italia poiché raccoglie le riflessioni di una vasta rete di operatori, ricercatori e organizzazioni che nel tempo sono entrati in dialogo con il bando.

Nel volume sono infatti presenti due capitoli redatti dal direttore scientifico di cheFare Bertram Niessen: uno sulla necessità di andare oltre la semplificazione della “comunità” rendendo più complesso il vocabolario dell’azione collettiva, l’altro sulla messa in discussione del criterio di sostenibilità per come si è sviluppato nei circoli dell’innovazione sociale e culturale.

Il tour ha già toccato le città di Bologna, Roma e Torino e continuerà nelle seguenti date e luoghi:

Milano, 20 novembre, dalle ore 16.00

Mare culturale urbano, via G. Gabetti 15. Nell’ambito di BookCity Milano

Intervengono:

Andrea Capaldi, Cofoun​der mare culturale urbano
Annibale D’Elia, Direttore Innovazione Economica e Sostegno all’Impresa Comune di Milano
Roberta Franceschinelli, Curatrice del volume, Fondazione Unipolis
Flaviano Zandonai, Open innovation manager Gruppo Cooperativo CGM

Coordina Paola Dubini, Università Bocconi

Ingresso con green pass.

 

 

20 novembre, dalle 16:00

cheFare sostiene il tour di presentazioni di Gli spazi del possibile, il libro sui nuovi luoghi della cultura

Mare culturale urbano, via G. Gabetti 15

Gli spazi del possibile. I nuovi luoghi della cultura e le opportunità della rigenerazione è il nuovo libro curato da Roberta Franceschinelli che indaga i nuovi centri culturali a partire dall’esperienza di Culturability, il programma nazionale dedicato ai centri culturali innovativi promosso da Fondazione Unipolis.

La pubblicazione, edita da Franco Angeli, racconta della diffusione di questi luoghi ibridi e di contaminazione di saperi, linguaggi e pratiche. In un momento chiave come quello che stiamo vivendo, la ripresa delle attività culturali trova in quel ‘possibile’ una speranza di riattivazione e nuova attenzione ai processi di rigenerazione dal basso. Il lavoro propone gli esiti delle attività di ricerca condotte sui partecipanti alle diverse edizioni del bando, cui si aggiungono i contributi teorici che affrontano i molteplici temi legati al fenomeno: il rapporto con il territorio e la pubblica amministrazione, le reti di collaborazione, i nuovi profili professionali o le questioni giuridiche e legali.

cheFare ha sempre seguito attivamente il bando Cultrability attraverso confronti, scambi e in seguito con una partnership formale. La pubblicazione del libro è una tappa importante del cammino dei nuovi centri culturali in Italia poiché raccoglie le riflessioni di una vasta rete di operatori, ricercatori e organizzazioni che nel tempo sono entrati in dialogo con il bando.

Nel volume sono infatti presenti due capitoli redatti dal direttore scientifico di cheFare Bertram Niessen: uno sulla necessità di andare oltre la semplificazione della “comunità” rendendo più complesso il vocabolario dell’azione collettiva, l’altro sulla messa in discussione del criterio di sostenibilità per come si è sviluppato nei circoli dell’innovazione sociale e culturale.

Il tour ha già toccato le città di Bologna, Roma e Torino e continuerà nelle seguenti date e luoghi:

Milano, 20 novembre, dalle ore 16.00

Mare culturale urbano, via G. Gabetti 15. Nell’ambito di BookCity Milano

Intervengono:

Andrea Capaldi, Cofoun​der mare culturale urbano
Annibale D’Elia, Direttore Innovazione Economica e Sostegno all’Impresa Comune di Milano
Roberta Franceschinelli, Curatrice del volume, Fondazione Unipolis
Flaviano Zandonai, Open innovation manager Gruppo Cooperativo CGM

Coordina Paola Dubini, Università Bocconi

Ingresso con green pass.

 

 

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Quindi, cheFare?

Iscriviti al corso

Potrebbero interessarti anche questi articoli

internet

The day Internet died

14 Dicembre 2017

Salvare il mondo con il silenzio

28 Luglio 2021
teatro

Come cambia un bar se diventa teatro?