Chiara Boscaro

Chiara Boscaro (Milano, 1985) è fondatrice e drammaturga de La Confraternita del Chianti, gruppo vincitore nel 2016 del Premio Pradella all’impegno e alla continuità, assegnato da Accademia e Teatro dei Filodrammatici di Milano. Insieme a Marco Di Stefano cura la direzione artistica di Manifattura K. (Pessano Con Bornago, Milano), residenza multidisciplinare riconosciuta da MIBACT e Regione Lombardia.. Si laurea in Scienze Umanistiche per la Comunicazione – Percorso teatrale e dello spettacolo, presso l’Università degli Studi di Milano, e si diploma in Scrittura Drammaturgica presso la Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi”.

Il suo saggio di diploma è il testo dello spettacolo “The Italian Factory”, che nel 2012 va in scena presso il Teatro Elfo Puccini di Milano (produzione Teatro In-Folio). È assistente alla regia e alla drammaturgia di Francesco Saponaro per il progetto “A lo re de li viente”, una collaborazione di Teatri Uniti e Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi in occasione del festival “Arlecchino nelle città”, e per “Occhi Gettati”, che va in scena presso il Piccolo Teatro di Milano. Nel 2013 viene selezionata per il laboratorio “Menzogna” diretto da Antonio Latella presso il Teatro Valle Occupato di Roma.

Come autrice partecipa al progetto di scambio tra drammaturgia italiana e britannica “Short Latitudes”, organizzato dal British Council. Tra il 2013 e il 2016 prende parte al progetto “Teatro Utile (Arte e Sviluppo)” organizzato da Accademia dei Filodrammatici, Sunugal e Mascherenere e collabora, sotto la guida di Renato Gabrielli, Mohamed Kacimi e José Sanchis Sinisterra, con autori di varie nazionalità.

Pubblicati da Chiara Boscaro

Cosa significa dirigere una residenza teatrale alle porte di Milano

Altri contenuti in arrivo...

Fine dei contenuti

Ops!