Claudia D’Alonzo

curatrice

Claudia D’Alonzo, ricercatrice e curatrice indipendente, è PhD in Audiovisual Studies. Attualmente, è curatrice della rassegna INBTWN per XL, il nuovo formato di Centrale Fies – art work space.

È docente a contratto presso l’Accademia di Brera, Milano, l’Accademia G. Carrara di Bergamo e il Master di Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.

Tra i suoi interessi di lavoro e ricerca: audiovisivo espanso; culture digitali; tecnologie e corpo. Ha collaborato con istituzioni e organizzazioni culturali quali: Cimatics (Bruxelles, BG); Contrasto (Roma, IT); Careof/DOCVA (Milano, IT); Digicult (WWW); GAMeC (Bergamo, IT); Galleria Sala1 (Roma, IT); Fondazione Forma (Milano, IT); Fondazione Modena Arti Visive (Modena, IT); Fondazione Musica per Roma (Roma , IT); ICA Milano (Milano, IT); Fondazione Il Lazzaretto (Milano, MI); Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (Roma, IT); Invideo (Milano, IT); Fondazione Il Lazzaretto (Milano, IT); Linecheck Festival (Milano, IT); FilmForum (Udine, IT); Moleskine Foundation (Milano, IT); MLAC Museo Laboratorio d’Arte Contemporanea (Roma, IT); NT Gallery / IMAGINARIUM (Lodz, PL), Subtle Technologies Festival (Toronto, CA). Ha tenuto talk e seminari presso: Conservatorio Giuseppe Verdi (Milano, IT); CFP Bauer (Milano, IT); GAMeC (Bergamo, IT); IED (Milano, IT); IULM (Milano, IT); IUAV (Venezia, IT); Politecnico (Milano, IT); Rehina Sofia (Madrid, IT); Triennale Milano (Milano, IT); Studio Museo Francesco Messina (Milano, IT); Università di Udine (Udine, IT); Università Sapienza (Roma, IT). Ha scritto per Alfabeta2, digimag, doppiozero, Exibart, Luxflux, Motherboard, MCD – Musiques&Cultures Digitales, Alfabeta2. Suoi saggi sono presenti in pubblicazioni edite da Mimesis International e Amsterdam University Press.