Pino Musi

Pino Musi è nato a Salerno nel 1958, vive a Parigi. Il fascino per la camera oscura, così come l’assidua frequentazione – almeno fino a metà degli anni ottanta – delle “cantine” che ospitano il teatro sperimentale d’avanguardia, segnano profondamente la sua ricerca sia sul piano linguistico sia su quello concettuale. Nel tempo, il suo lavoro si interseca con molteplici aree di interesse, dall’antropologia all’architettura, dall’archeologia alla produzione industriale.

Contraddistinta dall’insistente sperimentazione sul metodo e sulla forma, mai fini a se stessi, ma come parte di un percorso progettuale coerente, la ricerca di Musi trova modalità di espressione privilegiata nella realizzazione di libri ed in particolare di libri d’artista, ricevendo importanti riconoscimenti internazionali.

Opere originali dell’autore fanno parte di importanti collezioni private e pubbliche, in Italia e all’estero, fra cui quelle della Fondazione Rolla, della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, della Fondazione Fotografia di Modena, del FRAC (Fonds régional d’art contemporain) Bretagne.

Pubblicati da Pino Musi

fotografo

Professione fotografo: un mestiere sempre meno a fuoco

10 ottobre 2018

Ursula Schulz-Dornburg: scenari su un futuro ineludibile

3 agosto 2018

Altri contenuti in arrivo...

Fine dei contenuti

Ops!