Bergamo: nasce “Generavivo”, il nuovo concept dell’abitare che mette al centro le relazioni

Scarica come pdf

Scarica l'articolo in PDF.

Per scaricare l’articolo in PDF bisogna essere iscritti alla newsletter di cheFare, completando il campo qui sotto l’iscrizione è automatica.

Inserisci i dati richiesti anche se sei già iscritto e usa un indirizzo email corretto e funzionante: ti manderemo una mail con il link per scaricare il PDF.


Se inserisci il tuo indirizzo mail riceverai la nostra newsletter.

image_pdfimage_print

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Vita.

Come cambierebbe la nostra vita se, in unico luogo, fosse possibile abitare e, contemporaneamente, prendersi cura delle proprie relazioni affettive e professionali? Quando Abitare condividere cooperativa edilizia, fondata da È.one Abitarègenerativo S.r.l. e Namasté Cooperativa sociale, hanno iniziato a lavorare al progetto “Generavivo”, concept che ripensa i luoghi abitativi come luoghi di vita a tutto tondo, hanno provato a rispondere a questa domanda e costruire un luogo dell’abitare favorisca la crescita di relazioni di valore tra gli abitanti mettendone al centro tutti i vissuti, le competenze e le professionalità complementari coinvolte.

«Soprattutto oggi», spiega Antonio D’Ovidio, presidente della cooperativa Abitare Condividere, «dopo l’esperienza della pandemia, sappiamo che il valore di questo tessuto sociale di vicinato non può e non deve più essere interpretato come qualcosa di avulso rispetto al valore del luogo».

Note

Clicca qui per leggere l’articolo completo