Almanacco > Inediti
20 Giugno 2017

Call: cheFare cerca un Project Manager

Scarica l'inedito in PDF!

Per scaricare l’articolo in pdf bisogna essere iscritti alla newsletter di cheFare, completando il campo qui sotto l’iscrizione è automatica.

Inserisci i dati richiesti anche se sei già iscritto e usa un indirizzo email corretto e funzionante: ti manderemo una mail con il link per scaricare il PDF.

Se inserisci il tuo indirizzo mail riceverai la nostra newsletter. Questa è la nostra informativa privacy

[recaptcha size:compact]

cheFare cerca un Project Manager con esperienza in progetti simili, per un progetto culturale a Milano.

Sede di Lavoro: Milano
Inizio della collaborazione: a partire dal mese di luglio
Condizioni della collaborazione: da concordare in base alle caratteristiche del candidato.

Se interessati mandare un curriculum vitae e breve presentazione entro il 25/06/2017 a:
ricerca@che-fare.com

cheFare è un’associazione per la trasformazione culturale. Siamo nati nel 2012 come bando da 100.000 euro per progetti culturali innovativi. Dal 2014 siamo un’organizzazione indipendente che si occupa di produrre e aggregare pratiche concrete e riflessioni teoriche sui mutamenti culturali in corso e su quelli ai quali andremo incontro nei prossimi anni.

Insieme ad organizzazioni partner italiane ed internazionali stiamo lavorando alla progettazione e realizzazione di un nuovo progetto culturale. È principalmente per lo sviluppo e la realizzazione di questa nuova iniziativa che ricerchiamo la figura descritta da inserire nel team di cheFare.

Principali attività relative al progetto:

Coordinare le risorse interne ed esterne per tutta la durata del progetto, dalle fasi di progettazione al follow up;

Coordinare tutte e risorse impiegate sul progetto;
Favorire e supportare le relazioni tra quanti, a vario titolo, prendono parte al progetto;
Sviluppare le azioni di progetto includendo in ciascuna fase i partner e gli stakeholder rilevanti.

Fare in modo che tutte le azioni di progetto vengano realizzate secondo i tempi stabiliti, in relazione agli obiettivi prefissati e nel rispetto del budget di progetto;

Sviluppare, monitorare e aggiornare un project plan;
Apportare appropriate verifiche allo stato avanzamento lavori al fine di gestire efficacemente eventuali cambiamenti in corso d’opera;
Predisporre un’analisi dei rischi e monitorarne l‘andamento nel tempo;
Predisporre un’accurata documentazione delle fasi di progetto attraverso la stesura di relazioni e note interne.

Assicurare la disponibilità delle risorse economiche e la corretta allocazione per tutta la durata del progetto;

Verificare il rispetto del budget di progetto;
Redigere un cash flow ed assicurare il corretto apporto di risorse finanziarie per tutta la durata del progetto;
Adempiere alle procedure amministrative del progetto, inclusa l’attivazione dei contratti.

Altre attività relative all’Associazione

Contribuire positivamente a coordinare le attività di progetto con gli altri progetti portati avanti dall’Associazione, evitando conflitti nell’allocazione delle risorse e in generale contribuire a garantire il buon coordinamento tra tutte le attività;
Riportare periodicamente circa l’andamento del progetto al responsabile di progetto, anche attraverso lo sviluppo di un’apposita reportistica e partecipando alle riunioni di team e di coordinamento;
Coordinarsi con il responsabile della gestione economica e finanziaria dell’associazione;
Dare il proprio contributo in termini di supporto o di implementazione di strumenti ad hoc di project management su altri progetti quando richiesto (elaborazione di budget, cronoprogrammi, cash flow, etc);
Prendere parte alle attività associative quando richiesto.

Il profilo cercato

Comprovata esperienza come project manager in progetti analoghi nei settori culturale e sociale;
Capacità di implementare ed utilizzare i principali strumenti di gestione di progetto (budget, cash flow, rendicontazione, cronoprogramma, reportistica, documentazione, archiviazione);
Ottime capacità organizzative e di coordinamento;
Capacità di relazionarsi con partner, stakeholder e risorse interne;
Capacità di lavorare in gruppo e facilitare soluzioni per il raggiungimento degli obiettivi stabiiti;
Capacità di relazionare in forma scritta e orale.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

cheFare2, il video di lancio della seconda edizione

rigenerazione urbana

La rigenerazione urbana come costruzione collettiva dell’identità del luogo

12 Novembre 2018
dubbio, ignoranza

La strategia del dubbio o dell’ignoranza

7 Giugno 2017