Almanacco > Inediti
8 marzo 2018

cheFare dal vivo nel mese di marzo

Scarica l'inedito in PDF!

Per scaricare l’articolo in pdf bisogna essere iscritti alla newsletter di cheFare, completando il campo qui sotto l’iscrizione è automatica.
Inserisci i dati richiesti anche se sei già iscritto e usa un indirizzo email corretto e funzionante: ti manderemo una mail con il link per scaricare il PDF.

Letta l'informativa*, dichiaro di averne compreso il contenuto e acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità e secondo le modalità ivi indicate.

Nel mese di marzo qui a cheFare di cose da fare ce ne sono tantissime.
Segnaliamo solo gli incontri dal vivo a porte aperte, ma c’è anche tutto quello di cui non parleremo perché fa parte del nostro continuo lavoro di preparazione, tessitura e ideazione in cui ci impegnamo insieme alle altre realtà che stanno vivendo come noi la trasformazione culturale di questo tempo.

1 – Domani Marilù Manta, che da luglio sta rendendo possibile il progetto internazionale di arte pubblica Civic Media Art nel quartiere Adriano di Milano, sarà a Trieste per #culturalhackathon, dove parlerà del progetto e del delicato e lungo lavoro necessario per fare rigenerazione urbana attraverso l’arte pubblica.

#Culturalhackathon – rigenerazione urbana. Trieste

Nei “luoghi ai margini” presenti nelle nostre città come le periferie o le aree dismesse, come possono arte e cultura promuovere processi di rigenerazione urbana?

2 – Il 14 marzo Culturability presenta il bando 2018 da Avanzi e sarà presente anche Bertram Niessen

Culturability 2018: presentazione del bando a Milano

Il bando mette in palio 450.000€ per rigenerare spazi da condividere e il tour offre a chi vuole candidarsi l’occasione di approfondire i dettagli della call, risolvere dubbi e quesiti, e di confrontarsi con altre realtà sui temi del progetto: cultura, rigenerazione, innovazione e coesione sociale.

3 – Il 15 marzo alla Fondazione Feltrinelli Ilaria Giuliani offrirà la restituzione della sua ricerca Spazi, lavoro e culture a Milano, curata da cheFare e Fondazione Feltrinelli.

Spazi, lavoro e culture. La ricerca di cheFare e Fondazione Feltrinelli sugli spazi della cultura a Milano 

L’obiettivo della ricerca è indagare il fenomeno dei nuovi centri culturali indipendenti a Milano, con particolare attenzione al modo in cui si trasformano i metodi e i luoghi della produzione e della distribuzione culturale.

4 – Il 17 marzo Bertram Niessen e Marianna D’Ovidio coordinano due incontri su rigenerazione urbana, manifattura digitale e makers durante Manifattura Milano Camp

Manifattura Milano Camp: i protagonisti della nuova manifattura digitale 

Manifattura Milano Camp è un evento del Comune di Milano rivolto ai protagonisti della nuova manifattura digitale costruito attraverso una call aperta fino all’11 marzo 2018.

5 – Il 23 marzo cheFare, con Bertram Niessen, partecipa all’incontro di apertura di Bookcity, per raccontare il lavoro culturale di cheFare durante la riflessione sulla forma in cui i “viventi d’ Europa” costruiscono la loro relazione e sul Patrimonio Culturale Europeo nell’anno 2018, alla presenza dei deputati europei italiani.

Bookpride: Europa “Vivente” per la cultura

6 – Sempre il 23 marzo e sempre a Bookpride Valeria Verdolini intervista Giuseppe Genna e Giorgio Falco

“La vita di nervi”. Genna e Falco a Bookpride con Valeria Verdolini

Chi è l’intellettuale, che cos’è l’editoria; la vita, lo spazio del mercato e quello della poesia; il presente e il senso della cultura.

7 – Il 25 marzo Rosetta arriva a Bookpride!

Rosetta#2 Intellettuale/Influencer

Rosetta non pensa di essere un’intellettuale e nemmeno un’influencer. Eppure mangia cultura e la condivide con gli altri senza farne un ornamento, uno status symbol o uno strumento di potere.

8 – Il 27 marzo presentiamo il nuovo libro di Ezio Manzini Politiche del quotidiano a Roma, all’Istituto dell’Enciclopedia Treccani

Ezio Manzini, Politiche del quotidiano – Presentazione

Marianella Sclavi, federica Fava, Bertram Niessen e l’autore Ezio Manzini presentano Politiche del quotidiano, il secondo volume della nuova collana “cheFare” di Edizioni di Comunità

Oltre a tutto questo, c’è una cosa a cui teniamo molto, che è iniziata a luglio, ma di cui potete vedere una traccia importante proprio in questi giorni: fino al 20 marzo nel quartiere Adriano di Milano è allestita un’opera d’arte pubblica a cielo aperto nata dalla relazione tra cheFare e gli abitanti: è Adriano a Cielo Aperto e vi spingerà ad alzare lo sguardo e modificare i tragitti.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

democrazia

Le associazioni come scuola di democrazia

capitalismo linguistico

Inglesorum. Sul capitalismo linguistico

28 novembre 2017
paesaggi, Marc Augé

I paesaggi sono fatti culturali

19 maggio 2017