Almanacco > Dal web
11 Febbraio 2019

Ecco 5.000 ore di registrazioni audio di Borroughs, Ginsberg e altri scrittori della Beat Generation

Pubblichiamo qui di seguito una libera traduzione dei primi paragrafi dell’articolo apparso su Open Culture, per leggere tutto l’articolo originale clicca su ‘Vai alla fonte’.

Università come HarvardOxford e la Sorbona sono certamente qualificate per raccomandarli, ma, per me, non c’è niente di più cool del potersi dire laureati alla Jack Kerouac School of Disembodied Poetics. Se anche a te piacerebbe poterlo dire, devi iscriverti alla Naropa University, fondata a Boulder, Colorado nel 1974 dall’insegnante buddista tibetano (e ricercatore ad Oxford) Chögyam Trungpa. Questa scuola americana particolare e accreditata, d’ispirazione buddista, come immaginerete ha molte caratteristiche insolite ma come è facile ricordare pensando all’adolescenza, la scelta di un’università ha tanto a che vedere con chi ha varcato le sue soglie prima, quanto con quello che troverai quando a varcarle sarai tu. Naropa,  oltre ad aver dato a una facoltà un nome che viene dall’ultimo Kerouak, ospitato personaggi del calibro di Allen Ginsberg, Anne Waldman, William S. Burroughs, Gregory Corso, Philip Whalen, e Lawrence Ferlinghetti.

Ma non c’è bisogno di frequentare davvero Naropa per attingere alla sua eredità Beat.  Grazie agli archivi audio di Naropa Poetics, liberamente navigabili su Internet Archive, puoi ascoltare più di 5.000 ore di reading, letture, performance, seminari, panel e laboratori registrati nella scuola dai luminari già menzionati e di molti altri.

“Gli scrittori Beat sono intervenuti (intervened, ndr.) sulla cultura”, afferma Waldman in un’intervista sul suo libro Beats at Naropa.

Leggi anche Jack Kerouak, Sulla strada: la colonna sonora del romanzo


Immagine di copertina: The Beat Generation, Pamela Vieyra, Flickr

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!