Almanacco > Dal web
4 Luglio 2019

Nel 2018 le Case del Quartiere di Torino hanno generato 3 milioni e mezzo di Euro

Il 18 giugno, per la rubrica I nuovi modi di fare cultura, abbiamo pubblicato un’intervista a Erika Mattarella sui Bagni Pubblici di Via Agliè, una delle Case del Quartiere di Torino.

È una rete composta da 8 centri culturali a forte vocazione sociale: luoghi aperti alla partecipazione attiva di tutti i cittadini che occupano spazi ad uso pubblico riqualificati grazie alla collaborazione tra istituzioni pubbliche, fondazioni bancarie, imprese sociali, associazioni e cittadini e si trasformano così in spazi per la cittadinanza.

Nel 2018, le 8 Case del Quartiere di Torino hanno collaborato con oltre 300 associazioni realizzando 553 corsi, 46 attività educative, 41 sportelli informativi e gratuiti, 938 eventi culturali, serate, spettacoli e oltre 700 feste private. Più della metà di queste iniziative sono totalmente gratuite.

Il valore contabile complessivo generato dal lavoro delle Case del Quartiere di Torino tra diretto e indotto è stato di circa 3 milioni e mezzo di Euro.

Clicca su ‘Vai alla fonte’ per leggere l’articolo di Cinzia Gatti su Torino Oggi.


La foto in copertina proviene dalla pagina Facebook dei Bagni Pubblici di Via Agliè

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Percorsi > Innovazione sociale

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Per avere innovazione sociale bisogna trasformare la pratica in politica

8 Novembre 2019

Nuove fratture nella contemporaneità: perché la crisi è ambientale, fiscale e migratoria

21 Ottobre 2019

Cosa sono i nuovi centri culturali, l’avanguardia della trasformazione culturale

17 Ottobre 2019