Almanacco > Dal web
9 Maggio 2019

Prova il nuovo motore di ricerca Creative Commons con più di 300.000.000 di immagini libere

Il nuovo motore di ricerca Creative Commons ha finito il beta-test. Raggiunge più di 300.000.000 di immagini libere e rende più facile l’attribuzione.

CC Search cerca le immagini attraverso 19 collectioni estratte da open API e dal dataset Common Crawl, che comprende opere d’arte e cultura dalle collezioni digitali dei musei (Metropolitan, Cleveland Museum of Art), grafiche e altri lavori da piattaforme come Behance e DeviantArt, fotografie da Flickr, e un primo set di grafiche in 3D in CC da Thingiverse.

Buone ricerche!

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Percorsi > Diritti Digitali

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Non solo gruppi Telegram, TikTok sta trasformando la sessualità degli adolescenti

Per osservare il caos, gli algoritmi lottano contro l’entropia

12 Marzo 2020
Simone Robutti racconta a cheFare che cos'è la piattaforma per sviluppatori Gambe.ro

Che cos’è Gambe.ro

25 Giugno 2019