Almanacco > Dal web
9 Luglio 2019

La guida definitiva per aprire il tuo social network fuori da Facebook, Twitter o Instagram

Gestire il sito di un social network è community building – Facebook è grande, pervasivo e accentratore. Ma non è l’unico social network che puoi usare. Se il tuo scopo è quello di tenerti in contatto con gli amici e le persone a cui vuoi bene o quello di coltivare una community basata su interessi comuni, puoi riprendere la situazione in mano e ridare senso alla parola ‘social’.

Darius Kazemi ha scritto una breve guida su come gestire un social network come Friend Camp, quello che gestisce lui ormai da un anno, e che si distingue dai social più diffusi per tre caratteristiche fondamentali:

  • sei tu che controlli computer che gestisce il sito
  • puoi modificare il software
  • sei tu che stabilisci regole e policy

Se già usi software come Mastodon o Pleroma per gestire il server di un social, questa guida fa al caso tuo, che tu sappia programmare oppure no.

Darius Kazemi evidenzia alcuni principi generali che nel suo caso hanno funzionato. Sono principi legati al community building piuttosto che agli aspetti tecnici e tecnologici, perché i veri problemi quando si tratta di social network non sono tecnici ma, appunto, sociali: riguardano le policy, i valori, il potere.

Gestire un social network è prima di tutto community building, le questioni tecniche vengono dopo. Costruire una community è un lavoro duro, ma ne vale la pena.

Per leggere la guida su come gestire un piccolo social network clicca su ‘Vai alla fonte’.


Nell’immagine di copertina un particolare da una foto di Sticker Mule su Unsplash

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Percorsi > Diritti Digitali

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Simone Robutti racconta a cheFare che cos'è la piattaforma per sviluppatori Gambe.ro

Che cos’è Gambe.ro

25 Giugno 2019

A Torpignattara c’è un’intelligenza artificiale di quartiere — si chiama IAQOS

macchine vedono occhio macchina arcagni

‘Le macchine vedono’: ecco cosa significa davvero quest’affermazione

24 Maggio 2019