Almanacco > Dal web
15 Luglio 2019

Ecco quanto spendono i comuni per la valorizzazione dei beni culturali

Beni culturali e comuniRiportiamo i primi paragrafi dello studio pubblicato da Openpolis sul ruolo dei comuni nella tutela e nella valorizzazione dei beni e delle attività culturali. Per leggere tutto l’articolo e guardare le infografiche clicca su ‘Vai alla fonte’.

In Italia sono 205.443 i beni culturali registrati nel 2017, estesi sul 93% dei comuni italiani. Anche se gli enti locali sono solo uno degli attori coinvolti, vediamo quanto spendono per la tutela e valorizzazione di beni e attività culturali.

Sono beni culturali le cose immobili e mobili che presentano interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico. Dai musei alle biblioteche, a monumenti, parchi e manoscritti rari. I beni culturali sono di diversa tipologia e diversa proprietà: pubblica, dello stato o di enti territoriali, o di proprietà privata.

  • 205.443 i beni culturali registrati in Italia, secondo i dati 2017 del Ministero per i beni e le attività culturali.

Oltre al dato in sé, è interessante sottolineare la diffusione di questo patrimonio culturale sul territorio. Dei 7.983 comuni considerati dal Ministero nel 2017, solo 575 (7%) non hanno nessun bene culturale sul proprio territorio.

Abbiamo considerato i dati del Ministero, elaborati da Istat nella mappa dei rischi, per individuare il numero di beni culturali presenti in ogni comune italiano nel 2017.

I territori del centro Italia hanno complessivamente un maggior numero di beni culturali rispetto ad altre aree del paese. Considerando i dati comune per comune, Roma ha il patrimonio più ampio, con 6.239 beni, seguita da Genova (4.356) e Venezia (3.790).

Tale patrimonio ha un’importanza fondamentale per l’Italia, da un punto di vista storico, culturale e in parte anche economico. Molti di questi beni hanno infatti un ruolo centrale per lo sviluppo del settore turistico, che ha a sua volta un peso notevole per l’economia nazionale e locale.

Clicca su ‘Vai alla fonte’ per continuare a leggere

 

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Percorsi > Economia della cultura

Potrebbero interessarti anche questi articoli

ritratto di brice coniglio, fondatore e ideatore di viadellafucina16

Che cos’è viadellafucina16

10 Luglio 2019
Edoardo Montenegro, Betwyll

Che cos’è Betwyll

2 Luglio 2019
Francesco Mannini presidente delle Officine Culturali di Catania

Che cosa sono le Officine Culturali

11 Giugno 2019