Almanacco > Dal web
4 Aprile 2017

La cultura è in trasformazione – Intervista a Bertram Niessen

cheFare è uno (non l’unico fortunatamente) dei luoghi culturali e politici più sani e ricchi di cui disponiamo in questo momento.

È parte – come diverse altre iniziative, principalmente dal basso e ai margini di quello che potremmo definire mainstream – di quella molteplicità di realtà che hanno nel proprio dna il «compito infinito» del pensiero utopico.

È una pentola che ribolle e che apparentemente non trova ancora – ma è solo questione di tempo – il sistema d’innesco per esplodere definitivamente, per contagiare ciò che lo circonda. C’è bisogno di lavorarci continuamente, in forme sempre più diffuse e collaborative, continuando a rimescolare l’impasto che anni di ricerca, relazioni e progettualità hanno reso ricchissimo e concentrato, senza per questo far perdere le particolarità dei sapori che in esso si combinano.
Con Bertram Niessen abbiamo dialogato a margine della presentazione del libro «La cultura in trasformazione» – ed. Minimum Fax, 2016 – che rappresenta un tentativo di fotografia dello stato dell’arte dell’esperienza di CheFare, realizzato attraverso la raccolta di interventi di alcuni protagonisti delle politiche culturali. Una fotografia che risulta mossa per la disattenzione del fotografo ma perché la materia trattata non riesce a rimaner ferma che per un istante e preferisce, piuttosto che essere fermata su carta, di essere vissuta e praticata nei contesti in cui nasce e cresce. Questo è il valore processuale dell’innovazione culturale e sociale che Bertram e gli altri autori di CheFare raccontano quotidianamente.

Partiamo dal luogo in cui si svolge quest’intervista. I coworking come spazio di partenza. La consapevolezza degli intrecci tra lavoro e cultura è ancora poco diffusa e forse non è ancora del tutto chiaro il ruolo che questi luoghi hanno e potranno avere in futuro. Che valore ha oggi la multiforme mappa dei contesti fisici di innovazione a base culturale? Quali sono i fenomeni che maggiormente caratterizzano l’Italia e l’Europa? Quali gli esempi dove le pratiche (nella migliore delle ipotesi buone pratiche) riescono a diventare prassi?

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Progetti > La cultura in trasformazione. Il libro

Potrebbero interessarti anche questi articoli

l'unità

L’Unità accelerazionista? Fare informazione (e) politica oggi

cultura Roberto Casati

La cultura e il suo valore

20 Ottobre 2016
cultura

La cultura in trasformazione. Il libro di cheFare

5 Ottobre 2016