Almanacco > Dal web
15 Settembre 2017

La Scuola Open Source di Bari ha cambiato casa: addio Isolato 47

Lo abbiamo annunciato durante XYZ 2017 e ribadito in questi giorni: la SOS ha cambiato casa.

Perché?

Appena rientrati dalle vacanze, troviamo in giacenza questa raccomandata, datata 3 agosto.

Mittente: Politecnico di Bari
Oggetto: “intimazione rilascio immobile Isolato47”

Nel corpo della missiva si parla di intervenire “con l’assistenza della forza pubblica”, minacciando un “accesso forzoso e rimozione”.

Il tutto condito di imprecisioni, come “continua ad occupare senza titolo i locali”.

La lettera arriva dallo stesso ente che nella figura del Magnifico Rettore aveva parlato di SOS – durante l’apertura del nostro primo laboratorio organizzato a Bari vecchia – come delle “antenne del Politecnico”. Lo stesso ente che, il 22 novembre 2016 (oltre la “scadenza della concessione”) era presente all’inaugurazione delle attività di SOS all’interno dello spazio ISOLATO 47.

Lo stesso ente che, durante i laboratori di luglio di quest’anno, ha dichiarato di “non aver mai visto questo posto così vivo”. Un luogo da sempre avamposto dell’innovazione a Bari vecchia – sin da quando, negli anni ‘70, è stato il primo consultorio famigliare nel borgo antico, poi oggetto di numerosi investimenti e piani di riqualificazione – inutilizzato per anni fino all’arrivo della Scuola Open Source.

E, dal 12 settembre di quest’anno, l’Isolato è tornato ad essere una scatola vuota, dopo un inspiegabile cambio di rotta da parte del Politecnico.

Ma prima di andare avanti nella storia, dobbiamo fare uno sforzo per ricostruire la vicenda da principio:

14 dicembre 2015
Il progetto La Scuola Open Source vince il Bando di Innovazione Culturale cheFare, avviando dunque le operazioni di costituzione e muovendosi con vari attori del territorio per individuare una sede consona. Il Politecnico, con l’intercessione del Comune, si dimostra disponibile e interessato a collaborare.

Accordo iniziale (scadenza 30 settembre 2016):
Con delibera approvata all’unanimità dal proprio CDA l’8 marzo 2016 seguita da un protocollo di intesa e un accordo di attuazione dello stesso, il Politecnico di Bari sottoscrive un accordo con La Scuola Open Source riguardo l’utilizzo dell’immobile ISOLATO 47, già a partire dai laboratori di co-progettazione XYZ 2016, alla cui inaugurazione presenziano Comune e Politecnico.

13 settembre 2016
La Scuola Open Source chiede ufficialmente, tramite PEC, l’estensione dell’accordo ad altre aree dell’immobile ed il suo rinnovo. Il Politecnico risponde affermativamente alla richiesta di utilizzo delle altre aree, pur non facendo cenno al rinnovo dell’accordo in scadenza.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Percorsi > Rigenerazione urbana

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Quando l’innovazione sociale riprogetta l’azione del pubblico

23 Ottobre 2019

Architetti, sociologi e urbanisti: la comunità di Rigeneratori del master U-Rise

ritratto di brice coniglio, fondatore e ideatore di viadellafucina16

Che cos’è viadellafucina16

10 Luglio 2019