Almanacco > Dal web
10 Febbraio 2020

Leggi la lettera per tutti coloro che a Roma sono passati al Rialto

questa mail è indirizzata a voi che, in misura più o meno intensa, avete conosciuto le attività del Rialto Santabrogio, ne avete fatto parte, avete avuto in quello spazio un luogo di aggregazione e progettazione per il vostro lavoro. Vi scrivo infatti per raccontarvi una situazione di emergenza che ha colpito il Rialto e, direttamente, le persone che risultavano soci fondatori del circolo arci. Ovvero io, Francesca Donnini, Fabrizio Parenti e Luigi Tamborrino.

A dicembre 2019, pochi giorni prima che il provvedimento diventasse inesigibile, ci è stata comminata una sanzione di 183.000 euro dall’Agenzia delle Entrare, che recepisce così un’indagine del 2014 della Guardia di Finanza. Si tratta di uno dei tanti provvedimenti di cui è stato oggetto il Rialto durante la sua riapertura (aprile 2014 – febbraio 2015), molti dei quali poi contestati o vinti in sede di processo. Ma questo ha un effetto diverso. La richiesta di risarcimento colpisce i quattro sottoscrittori direttamente, in solido, e produce a sua volta ulteriori aggravi sulla dichiarazione dei redditi di ciascuno (tradotto: altre cartelle esattoriali, singole, inerenti a quanto ognuno di noi avrebbe secondo loro percepito). Si tratta, tuttavia, solo di presunzioni di incasso, dedotte da una singola ispezione fatta al bar del Rialto a maggio 2014, senza altro accertamento. Calcolata con ricarichi di quasi il 500%, ipotizzando prezzi da night club che il Rialto non ha mai avuto. Eppure queste presunzioni sono state accolte in toto e hanno prodotto la sanzione di cui sopra.

Questa multa probabilmente non sarà nemmeno comprensiva di tutto, perché la contestazione dei primi due mesi del 2015 presumibilmente arriverà alla fine di quest’anno (e cioè ancora una volta a pochi giorni dalla sua prescrizione), andando ulteriormente ad aggravare la situazione.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

città

La città turistica come messinscena

4 Agosto 2017
barca, aree interne

Uscire dal vecchio mondo: dialogo con Fabrizio Barca

Street Art o Arte Pubblica? Dal vandalismo alla valorizzazione dell’arte negli spazi pubblici

13 Novembre 2019