Almanacco > Dal web
6 Febbraio 2020

Limiti di sconto e ‘carta per la cultura’: scopri tutte le novità della Legge sulla Lettura

Ha unito la politica ma diviso il mondo del libro (almeno nella parte relativa al limite di sconto consentito – in fondo i diversi punti di vista, ndr). Parliamo della legge per la promozione e il sostegno alla lettura, approvata all’unanimità anche dal Senato (dopo che lo scorso 16 luglio era stata approvata dalla Camera), e che fa discutere ormai da mesi editori e librai.

Di sicuro, le premesse della nuova legge non possono che mettere d’accordo tutti, visti i dati non certo positivi sugli indici di lettura in Italia (qui la sintesi dell’ultimo rapporto Istat). La legge si pone infatti l’obiettivo di “diffondere l’abitudine alla lettura, come strumento per la crescita individuale e per lo sviluppo civile, sociale ed economico della Nazione, e favorire l’aumento del numero dei lettori, valorizzando l’immagine sociale del libro e della lettura nel quadro delle pratiche di consumo culturale, anche attraverso attività programmate di lettura comune”.

Tra gli intenti, anche quello di “promuovere la frequentazione delle biblioteche e delle librerie e la conoscenza della produzione libraria italiana, incentivandone la diffusione e la fruizione”, oltre a quello di “prevedere interventi mirati per specifiche fasce di lettori e per i territori con più alto tasso di povertà educativa e culturale, anche al fine di prevenire o di contrastare fenomeni di esclusione sociale”

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Né élite né popolo: per Emanuele Coccia i giovani non guideranno il cambiamento

23 Gennaio 2019
David Bowie, morte

David Bowie, la morte e i social network

18 Aprile 2017
innovazione sociale

Rigenerazione urbana e innovazione sociale. Un ossimoro?

3 Novembre 2015