Almanacco > Dal web
22 dicembre 2017

Rosetta, il progetto culturale nomade, continua nel 2018!

Nel 2017 cheFare ha moltiplicato le sue attività, passando dalla presenza quasi esclusivamente online all’esplorazione fisica del territorio, a partire da Milano.

Rosetta, progetto culturale nomade di Casa della cultura e cheFare sostenuto da Fondazione Cariplo è il ciclo di incontri che ha attraversato la città mettendo in relazione tra loro i centri culturali indipendenti milanesi.
Gli spazi che hanno ospitato Rosetta nel suo primo anno di vita sono 9 come le 9 zone della città e le differenze che li caratterizzano offrono uno scorcio sui modi contemporanei di produrre e diffondere cultura:

La Casa della cultura; il Cinema Beltrade; il makerspace WeMake; il bar della biblioteca Valvassori Peroni Joy Milano; oTTo, il locale di Via Paolo Sarpi che sfugge abilmente alle categorizzazioni; Rob de Matt: ristorante, bistrot e associazione di promozione sociale;  la libreria indipendente Gogol&Company, il FabLab OpenDot e infine Macao: il centro artistico e di ricerca che occupa una delle palazzine liberty di Viale Molise.

Abbiamo parlato di nomadismo culturale, delle migrazioni e della “città accessibile”, di sapere e ignoranza, della città meticcia, del ruolo politico del cibo e del rapporto tra denaro e cultura, riscatto e privilegio; di Milano tra industrie abbandonate e manifattura digitale e infine di diritto alla città e ai suoi spazi.

Volevamo che tante persone seguissero Rosetta, ma non al prezzo di puntare su una proposta culturale facile, leggera e pronta al consumo.  Abbiamo scommesso sul legame tra piacere e conoscenza e abbiamo vinto la scommessa soprattutto grazie agli ospiti che hanno partecipato a questi primi 9 incontri e che ci hanno permesso di affrontare una così grande varietà di temi mantenendo sempre alta l’attenzione del pubblico insieme alla profondità dei discorsi.

Eccoli tutti, in ordine di apparizione:

Umberto Curi
Suranga Deshapriya Katugampala
Ezio Manzini
Adrian Paci
Maria Chiara Ciaccheri
Thomas Emmenegger
Carlo Riva
Matteo Schianchi
Alessandra Gariboldi
Antonio Sgobba
Nicola Bruno
Ugo Cornia
Valentina Pisanty
Giovanni Ziccardi
Gabriella Kuruvilla
Marina Petrillo
Shi Yang Shi
Reas Syed
Stefano Laffi
Virginia Cravero
Wolf Bukowski
Stefano Liberti
Amalia Rossi
Filippo Tantillo
Edoardo Todeschini
Matteo Brambilla
Danilo Dajelli
Cristiano Cavina
Valerio Mattioli
Gloria Origgi
Raffaele Alberto Ventura
Enrico Bassi
Giorgio Falco
Andrea Fumagalli
Cecilia Manzo
Andrea Daniele Signorelli
Emanuele Braga
Michel Bauwens
Tito Faraci
Enzo Mingione
Eva Neklyaeva

Il progetto visuale è di Maddalena Fragnito
la musica di Matteo Saltalamacchia

Ci rivediamo nel 2018!

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Progetti > Rosetta. Progetto culturale nomade

Potrebbero interessarti anche questi articoli

futuro

Esiste un futuro per un sistema chiuso?

23 maggio 2018

Apocalisse con figure? Uno scrittore al servizio dell’intelligenza artificiale

22 maggio 2018

Vedere il presente, fare il futuro. Rosetta domani a Milano

22 maggio 2018