Almanacco > Dal web
30 Ottobre 2019

Sotto le braci di Corviale a Roma

Pubblichiamo le prime righe di ‘Sotto le braci di Corviale a Roma’, un reportage del giornalista Francesco Erbani pubblicato su Internazionale — clicca in basso per leggere l’articolo completo.

“Io me voglio augura’ che almeno me danno er lato der tramonto”, diceva Rossella Marino. Una frangetta sulla fronte, il viso rotondo, una camicia a quadri, teneva alte entrambe le braccia, sgranava gli occhi e guardava di là dalla finestra. “Qui er tramonto è qualcosa de spettacolare. Se proprio dobbiamo anna’ laggiù, che sia almeno nel lato cor tramonto”. Marino da più di vent’anni abita a Corviale, il grande edificio nella periferia sudovest di Roma: una stecca lunga 950 metri per nove piani di altezza, 1.200 appartamenti, 8.500 stanze in grado di ospitare seimila persone (ora sono meno di cinquemila) e un volume di 780mila metri cubi.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

futuro

La patria del futuro: un esempio di artigianato

25 Luglio 2016
rigenerazione, egemonia culturale

La rigenerazione come egemonia culturale

futuro

Il futuro è una promessa mai mantenuta

13 Luglio 2015