Almanacco > Dal web
23 Luglio 2019

Studiare la storia serve a evitare di sottomettersi a imbroglioni, ciarlatani e sciovinisti

Il pensiero storico è in declino. Sul New Yorker un articolo di Eric Alterman affronta la questione della diseguaglianza intellettuale: il fatto cioè che alcune persone hanno le risorse per tentare di comprendere la società in cui viviamo, mentre la maggioranza non le ha.

L’articolo cita lo studio dello storico Benjamin M. Schmidt che dimostra come, nonostante l’aumento del numero delle iscrizioni universitarie, i corsi di storia in America siano sempre meno e meno finanziati, e come la crisi del 2008 abbia portato sempre più famiglie a puntare sulle STEM per i loro figli.

Un’eccezione rispetto alle università che tagliano i corsi e docenti di storia è Yale, ma la ragione è presto spiegata: gli studenti che accedono a quell’università sentono che qualsiasi corso di laurea aprirà loro le porte a qualsiasi lavoro. Sono studenti che hanno il privilegio di vedere il college come un’opportunità di scoprire il mondo oltre le loro città e provare a capire quale potrebbe essere il loro posto.

Leggi anche: In Ungheria l’archivio digitale Fortepan combatte il revisionismo con 115.000 fotografie

Alterman ricorda la confidenza di Trump non solo con la menzogna ma anche e soprattutto cone le affermazioni storicamente infondate e afferma che i Repubblicani hanno fatto affidamento, negli ultimi decenni, proprio sull’incapacità dei loro elettori di giudicare le loro politiche per mancanza di senso della storia.

Un Paese i cui cittadini non hanno le minime competenze storiche è un Paese che chiede di essere guidato da ciarlatani, imbroglioni e sciovinisti.

Clicca su ‘Vai alla fonte’ per leggere l’articolo


In copertina la Guernica di Picasso esposta al Reina Sofia di Madrid, da una foto di Laura Estefania Lopez [CC BY-SA 4.0] via Wikimedia Commons

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Percorsi > Lavoro culturale

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Per NemO’s le opere appartengono ai luoghi in cui nascono

9 Dicembre 2019

Che cos’è ‘Lucia’, il festival in cui si ascoltano radio e podcast in compagnia — come al cinema

9 Dicembre 2019

Un giro (virtuale) ad ArteKino Festival, la rassegna online del cinema europeo

6 Dicembre 2019