Almanacco > Dal web
7 Febbraio 2019

Al via ‘T.A.K.E. PART’, 100 giovani da Napoli e Tirana per lavorare sulla democrazia digitale

  • Deadline: 28 febbraio 2019
  • A chi si rivolge: ragazze e ragazzi tra i 18 e i 30
  • Obiettivo: approfondimento dei temi legati alla democrazia al tempo del digitale e produzione finale di un vero e proprio manuale (Handbook for key digital skills in engagement and youth participation)

Due seminari, a giugno e a novembre 2019, 100 giovani coinvolti tra Italia e Albania, oltre a esperti e decisori politici locali, nazionali ed europei: il progetto “T.A.K.E. PART”, acronimo di “Transnational Activities for Key digital skills in Engagement and youth PARTicipation”, sarà il più grande progetto giovanile in Italia sulla democrazia digitale, per valutarne pratiche e strumenti ed elaborare strategie da far adottare a livello europeo. A organizzarlo è l’Italian Institute for the Future in collaborazione con lo European Movement Albania, la principale organizzazione albanese impegnata a supporto del processo di adesione del paese all’Unione europea, con sede a Tirana. Il progetto ha ottenuto un finanziamento europeo nell’ambito del programma Erasmus+, azione per il sostegno alla riforma delle politiche.

In una prima fase, i partecipanti – 100 giovani tra i 18 e i 30 anni da Italia e Albania – approfondiranno i temi relativi alle sfide globali della democrazia digitale e le politiche implementate a livello di municipalità, sia nel Comune di Napoli che in quello di Tirana, che in altre municipalità italiane ed albanesi che possono essere considerate “best practices”, al fine di valutare lo stato dell’arte delle metodologie di partecipazione diretta dei cittadini, attraverso gli strumenti digitali, ai processi deliberativi locali. Seguiranno due seminari transnazionali a Napoli, ai quali prenderanno parte ogni volta 50 giovani (25 italiani e 25 albanesi), che avranno modo di confrontarsi con esperti e policy-makers sui temi della democrazia digitale e della partecipazione giovanile ai processi deliberativi locali, avanzando proposte, sulla base di quanto già analizzato, rivolte ai decisori politici, al fine di implementarle nelle loro rispettive amministrazioni.

Il prodotto finale del progetto sarà un vero e proprio manuale (Handbook for key digital skills in engagement and youth participation) che includerà sia le analisi svolte dai partecipanti sugli strumenti adoperati correntemente dalle amministrazioni locali europee nell’ambito della democrazia digitale, sia proposte concrete in termini di metodologie e buone pratiche da attuare per potenziare il coinvolgimento attivo dei giovani cittadini europei nei processi deliberativi attraverso gli strumenti digitali.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Percorsi > Bandi e concorsi

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Open2Change un bando innovativo di Compagnia di San Paolo, intervista a Matteo Bagnasco

28 Giugno 2019
bando nuove luci a San Siro

Il bando ‘Nuove Luci a San Siro’ trasforma 10 spazi vuoti in luoghi aperti di progetti sociali e culturali

10 Aprile 2019