Noi, gli “Altri” e la società dei consumi