Il carcere non serve a fermare la violenza di genere

Siamo sicuri che il carcere, e in generale le misure punitive, stiano funzionando quando si tratta di violenza di genere? E se non funzionano non sarebbe il caso di cambiare approccio? Partiamo dai Centri anti-violenza, per vedere il problema da vicino.

Per circa dieci anni ho lavorato all’interno di alcuni Centri Antiviolenza. Ogni giorno incontravo donne che si recavano allo sportello per raccontare episodi di maltrattamento o violenza cercando sostegno per comprendere l’accaduto e trovare le risorse per allontanarsi dalla condizione sperimentata.

Come ricorda la terapeuta Dolores Mosquera nel suo recente volume Libera, la violenza di genere è un fenomeno endemico, strutturato e pervasivo. In Italia, secondo i dati Istat, coinvolge più del 30% delle donne: è facile che nella vostra cerchia di amicizie ce ne sia almeno una che si è dovuta rivolgere a un Cav per affrontare una situazione di questo tipo.

Foto di Utsman Media su Unsplash