Lavoro culturale

I modi, le pratiche e i luoghi del lavoro culturale raccontati attraverso la molteplicità dei punti di vista degli autori di cheFare e una serie di segnalazioni dei più interessanti articoli da altre fonti.

Mentre tutti i settori della cultura – dall’editoria al cinema, dal giornalismo alla ricerca, dalle istituzioni museali alle biblioteche fino ai nuovi centri culturali indipendenti – attraversano trasformazioni profonde che riguardano i metodi di produzione e distribuzione, il rapporto con pubblico, linguaggio e territorio, e non ultime le fonti di finanziamento, anche la vita quotidiana di chi svolge il lavoro culturale si confronta con condizioni e pratiche nuove.

Sull’Almanacco di cheFare sono i protagonisti stessi del lavoro culturale a raccontarlo e spesso creano le condizioni per avviare un vero confronto.

Per restare sempre aggiornati iscrivetevi alla nostra pagina Facebook e alla newsletter di cheFare

 

Contributi

Inediti

Bernardo Bertolucci: la nostalgia del presente che ti muore fra le mani

23 Maggio 2019
ippolita-nuovimodi-chefare-stramonio2

Che cos’è Ippolita

14 Maggio 2019
democrazia culturale, Mambor

La democrazia culturale è piacere, non burocrazia

13 Maggio 2019

Sette domande sull’apocalisse del lavoro culturale: Tiziano Bonini e Maria Elena Colombo

7 Maggio 2019
bookcity 2019 intervista ponte di pino chefare

Bookcity 2019 è una scommessa sull’intelligenza del territorio

26 Marzo 2019

‘La salvezza del bello’: perché il bello digitale è un piacere autoerotico privo di stupore

13 Marzo 2019