cheFare cura l’accompagnamento strategico di Fondazione Terzoluogo nella costruzione di piazze del sapere a Milano e Napoli che integrano biblioteche, servizi per l’infanzia e laboratori di comunità.

Contesto

Cascina Case Nuove è uno spazio in via Paravia, a Milano, nel quartiere San Siro. Da anni in disuso, la cascina è stata  assegnata dal Comune di Milano tramite un bando pubblico a Fondazione Terzoluogo . Il progetto prevede la creazione di uno spazio culturale educativo, concepito come una “piazza” aperta e comunitaria che riunisce diversi linguaggi, ambiti di scoperta, apprendimento e conoscenza attraverso tre aree funzionali che operano in stretta sinergia, promuovendo l’incontro e il dialogo tra culture, età e persone differenti: una biblioteca multimediale gestita in alleanza con il Comune di Milano; servizi per l’infanzia; spazi laboratoriali di creatività, formazione e attività polivalenti, per giovani, adulti e bambini.

Analisi

Per la realizzazione di un progetto così importante e complesso, Fondazione Terzoluogo ha sviluppato una rete di partner specializzati. Il progetto di Cascine Case Nuove, il cui obiettivo principale è realizzato in collaborazione con il Comune di Milano, Alterstudio Partners, Bambini Bicocca, cheFare e Codici Ricerca e Intervento.

Questa partnership tra pubblico e privato permetterà nei prossimi 6 anni (3 di cantiere e 3 di avviamento delle attività) di disporre, negli spazi della cascina rigenerata, di una nuova biblioteca pubblica multimediale, uno spazio sperimentale per l’infanzia, e un’area dedicata a laboratori di creatività formazione per tutte le età, anche attraverso il coinvolgimento degli abitanti del quartiere.

Il progetto di Cascina Case Nuove si inserisce nel più ampio programma di Fondazione Terzoluogo che intende sviluppare due progetti in due diverse città, Milano e Napoli, realizzando interventi e azioni volte a favorire l’integrazione e la coesione sociale, la cultura e il contrasto delle povertà educative, soprattutto in quei quartieri che vivono in modo più duro le conseguenze delle crescenti disuguaglianze, mettendo al centro lo sviluppo dei saperi individuali, collettivi e comunitari.

Quindi cheFare?

Dal 2020 cheFare si occupa dell’accompagnamento strategico di Fondazione Terzoluogo, tenendo assieme la molteplicità di aspetti aspetti culturali, sociali, economici e di governance che un progetto così complesso necessariamente comporta.

Un alternarsi di visioni panoramiche ad ampio raggio, approfondimenti tecnici verticali, connessioni interdisciplinari e indicazioni operative.

 

 

foto Pietro Masturzo

Tutti i nostri progetti sono pensati per creare le nuove forme di impatto culturale e lo facciamo insieme a comunità, organizzazioni e istituzioni — se questo progetto ti è piaciuto e vorresti svilupparne uno simile, contattaci per email e parliamone.