Progettare e gestire servizi culturali è un lavoro che deve riuscire, nella migliore delle ipotesi, a mettere insieme una progressiva espansione della prospettiva di chi vi partecipa e la capacità di tenere insieme i conti.

Contesto

Charta è una cooperativa sociale di Mantova che fa proprio questo: vuole contribuire alla diffusione e valorizzazione del patrimonio culturale, della conoscenza e del fondamentale diritto alla formazione ed informazione permanente dei cittadini, e lo fa adoperandosi affinché i luoghi della cultura diventino piacevoli ed accoglienti, capaci di attirare e coinvolgere quante più persone possibili.

Analisi

Arrivata a un punto soddisfacente del suo percorso, Charta ha sentito il bisogno di intraprendere un lavoro che ponesse al centro una riflessione sull’identità, un’analisi del suo ruolo nel territorio di riferimento e una proposta di riposizionamento e una messa a punto del suo brand per poter evolvere ulteriormente.

Quindi cheFare?

All’inizio del 2019 Charta ha chiesto a cheFare di supportare la cooperativa nell’inagurare un processo trasformativo e partecipato per riflettere sul posizionamento di Charta e favorire l’introduzione dei cambiamenti nel modo più compatibile possibile alle necessità dei vari interlocutori interni.

I WORKSHOP E LE INTERVISTE

In una prima fase, cheFare ha sottoposto Charta ad un percorso consistente di una serie di workshop per comprendere al meglio il punto di vista dei membri della cooperativa sul loro luogo di lavoro. Successivamente, sono state effettuate metodicamente una serie di interviste per rilevare le opinioni non soltanto dei membri ma anche dei clienti principali di Charta.

Il risultato è una serie di considerazioni sul posizionamento attuale di Charta e le possibilità di stimolare un ampliamento della visione della cooperativa non soltanto attraverso una riflessione sulla storia di Charta e la sua governance, ma individuando anche problematiche maggiormente circoscritte e verificando il loro impatto sul resto della organizzazione.

Insieme a cheFare, Charta ha intrapreso un percorso di visoning strategico che ha rilanciato la sua identità e gli ha permesso di rinnovare il suo ruolo nel mercato italiano e nella scacchiera culturale del suo territorio.

Tutti i nostri progetti sono pensati per creare le nuove forme di impatto culturale e lo facciamo insieme a comunità, organizzazioni e istituzioni — se questo progetto ti è piaciuto e vorresti svilupparne uno simile, contattaci per email e parliamone.