cheFare a FattiCult

Dal 2014 cheFare cura un programma di incontri sulla trasformazione culturale al festival mantovano FattiCult (Fattidicultura).

Nel corso di 5 edizioni, noi di cheFare abbiamo curato oltre 10 panel diversi mettendo a confronto i punti di vista e i saperi di oltre 35 ricercatori, artisti, policy maker e attivisti culturali su temi come: le politiche collaborative, la valutazione e la misurazione d’impatto, l’economia culturale delle città, la rigenerazione urbana, il senso stesso delle pratiche di rigenerazione, il lavoro culturale di oggi e di domani.

Nel 2014 La cultura come lavoro e Innovazione sociale e sviluppo del territorio erano i titoli dei 2 incontri curati da noi (qui il programma di quell’anno). In questo articolo puoi leggere i nomi di tutte le persone che hanno partecipato.

Guarda l’intervista a Flaviano Zandonai, tra i panelist del 2014

Nel 2015 (qui il programma) i nostri temi sono stati l’innovazione culturale, intorno a cui abbiamo costruito un panel a cui hanno partecipato Maurizio Busacca, Carolina Bandinelli e Christian Caliandro, con una particolare attenzione per gli assunti impliciti nell’agire di innovatori e imprenditori sociali, e la sharing economy con le sue criticità e opportunità: ne hanno discusso Tiziano Bonini, Guido Smorto, Adam Arvidsson e Andrea Poltronieri.

Guarda i video con i protagonisti dei due panel di Fattidicultura 2015 curati da cheFare

Nel 2016 i panel curati da noi di cheFare sono stati 3, tutti incentrati sul tema della rigenerazione urbana e moderati da Bertram Niessen: Come si immagina la città?, con Giorgio de Finis, Murizio Cilli e Giorgio Romito, Rigenerazione dal basso, con Idea Ginger, Elena Ostanel e A di città, e Rigenerazione dei territori, con SEM (Spazi Espressivi Monumentali), Chiavi di accesso, Magnificat, Jazzi e ISA Intermobility and Sustainability Action for rural regeneration (qui il programma completo di Fattidicultura 2016).

Guarda i video dei panel curati da noi di cheFare per Fattidicultura 2016

Nel 2017 Fattidicultura ha iniziato a chiamarsi semplicemente Fatticult e noi di cheFare abbiamo curato 2 panel dedicati alla misurazione d’impatto, con il consueto sguardo critico e la moderazione di Bertram Niessen.

Misurare gli impatti. Ma quali? ha visto la partecipazione di Giovanni Pizzochero, Paolo VenturiStefano Maffei, mentre i panelist dell’incontro intitolato Città, spazi e cultura tra misurazione, valutazione e policy making erano Valentina Montalto, Alessandro Rubini e Marianna D’Ovidio.

Guarda i video

Nel 2018 i nostri temi sono stati il lavoro culturale e la rigenerazione urbana, articolati nel corso di 2 panel.

Il primo, Lavorare nella cultura nel 2020, è stato un incontro con gli studenti delle scuole superiori in cui Bertram Niessen ha discusso con loro di cosa significhi oggi lavorare nella cultura attraverso una rassegna di casi dall’esperienza di cheFare in Italia e all’estero.

Il secondo, intitolato Il senso e la rigenerazione urbana ha portato uno sguardo interdisciplinare e critico sul tema: è stata una tavola rotonda che ha riunito l’architetto e attivista milanese Federica Verona, l’urbanista e film-maker berlinese Lorenzo Tripodi e l’artista nomade Riccardo Arena per affrontare insieme a Bertram Niessen il dibattito sul senso politico, sociale e culturale della rigenerazione urbana.
DAll’incontro sono scaturite le 3 interviste che trovate qui sotto tra gli inediti dedicati a Fatticult.

Guarda il video di fatticult 2018

In collaborazione con
FattiCult

Tutti i contenuti legati al progetto

Inediti

niessen-intervista-riccardo-arena

Il silenzio necessario dell’artista nomade Riccardo Arena

11 Gennaio 2019

Rigenerazione urbana e processi partecipativi. Intervista a Lorenzo Tripodi

25 Ottobre 2018
intervista-a-federica-verona-bertram-niessen

Le persone, gli spazi e il senso della città. Intervista a Federica Verona

13 Ottobre 2018
fatti di cultura

Fatti di cultura: policy making e impatti

26 Settembre 2017

cheFare a #fattidicultura

6 Ottobre 2014