Civic Media Art. Arte partecipata nel quartiere Adriano

CIVIC MEDIA ART è un percorso d’arte pubblica e partecipata diretto dall’artista e attivista culturale olandese Kevin van Braak e curato da cheFare che ha coinvolto il quartiere Adriano di Milano, cheFare e il programma Lacittàintorno di Fondazione Cariplo da settembre 2017 ad aprile 2018.

Attraverso la partecipazione di chi vive in Adriano e un delicato percorso di mappatura del quartiere e di tessitura delle relazioni tra cheFare e gli abitanti della zona, sono nate l’installazione Adriano a Cielo aperto e il trittico Reminiscences/Reminiscenze.

L’installazione Adriano a Cielo Aperto, allestita in quartiere tra febbraio e aprile 2017, è composta da più di 45 striscioni appesi ai balconi e ai muri del quartiere su cui compaiono frasi emerse dallo scambio tra lo scrittore Ivan Carozzi e gli abitanti che hanno voluto partecipare al progetto.
Copriva un’area di diversi chilometri e invitava, con la sua presenza, ad alzare lo sguardo, modificare i percorsi quotidiani consueti e naturalmente a leggere.

Reminiscences/Reminiscenze è composta da tre pannelli di legno che rappresentano tre città profondamente mutate dalla guerra, prima che fossero bombardate. Sono stati realizzati da tutte le persone che hanno partecipato, il 14 aprile 2018, a una giornata di performance organizzata nel quartiere Adriano: i 3 pannelli sono il risultato dell’assemblaggio di 18 tavoli su cui erano stati stampati 400.000 cerchietti disposti in un reticolo optical. Le persone che sono venute a trovarci li hanno colorati di nero uno per uno e solo una volta completati e assemblati nei tre pannelli, i tavoli hanno dato forma alle immagini.
3 “cartoline da prima della guerra”: nella prima la scuola Francesco Crispi di Gorla, Milano, in una rarissima immagine precedente al bombardamento alleato del 20 Ottobre del 1944, in cui fu colpita per errore. La seconda e la terza immortalano rispettivamente le città siriane di Damasco e Homs prima che fossero rase al suolo dai bombardamenti della guerra civile che continua dal 2011.

arte, adriano

Fotografia di Paola Tarroni

L’aspetto più importante delle due opere però è  nell’atto di fiducia degli abitanti di Adriano che si sono impegnati nel progetto e nel lungo lavoro necessario a stabilirla e trrasformarla in partecipazione, di cui potete leggere negli articoli raccolti qui sotto.

Civic Media Art è un percorso internazionale di arte pubblica che si inscrive nel programma Lacittàintorno di Fondazione Cariplo, realizzato con il sostegno di quest’ultima, dell’Ambasciata e Consolato del Regno dei Paesi Bassi in Italia e del Mondriaan Fonds oltre a quello delle case editrici Bao Publishing, Il Saggiatore, Iperborea, Minimum Fax, NN Editore; del marchio di agricoltori biologici Alce Nero e dell’Istituto Italiano di Fotografia.

Hanno lavorato a Civic Media Art:
Kevin van Braak – artista e attivista culturale
Ivan Carozzi – scrittore
Lucrezia Cippitelli – curatrice (cheFare)
Bertram Niessen – curatore (cheFare)
Marilù Manta – project manager (cheFare)
Erika Sartori – responsabile di produzione (cheFare)

realizzato per
Lacittaintorno-fondazione cariplo
con il sostegno di
Fondazione-Cariplo-NUOVO copia
sponsor
Alce Nero

Tutti i contenuti legati al progetto

Inediti

arte, adriano

400.000 punti per Milano: arte partecipata al quartiere Adriano

Adriano, Civic Media Art

Adottare uno striscione al quartiere Adriano di Milano

13 aprile 2018

Le storie e l’ironia del quartiere Adriano in 45 striscioni

Adriano a Cielo Aperto durante il burian

adriano, costa

Scatti al quartiere Adriano

8 marzo 2018
daiano, adriano

Daiano all’Adriano: come un uccello su un ramo

9 febbraio 2018