Un residuo utopico nel pensiero politico che potrebbe permettere di immaginare nuovi mondi, tenendo i piedi ben saldi su questo con lo sprone di modificare i limiti attuali tornare a cambiare il mondo, non abolirlo?

Senza limiti, senza utopie