Almanacco > Inediti
21 Maggio 2018

Nube di parole chiama a raccolta chi crede che la cultura sia la chiave del futuro

Nube di parole #2. Le professioni del lavoro culturale

Scarica l'inedito in PDF!

Per scaricare l’articolo in pdf bisogna essere iscritti alla newsletter di cheFare, completando il campo qui sotto l’iscrizione è automatica.

Inserisci i dati richiesti anche se sei già iscritto e usa un indirizzo email corretto e funzionante: ti manderemo una mail con il link per scaricare il PDF.

Letta l'informativa*, dichiaro di averne compreso il contenuto e acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità e secondo le modalità ivi indicate.

Con 476 voti, il primo sondaggio di Nube di parole ha eletto Sostenibilità (106 voti) e Analfebetismo digitale (86 voti) come i due concetti più importanti, tra gli 11 proposti, su cui sviluppare una riflessione per il futuro del lavoro culturale.

Il sondaggio Nube di parole #2 è la seconda di 4 indagini per scegliere, insieme a chi crede che la cultura sia la chiave del futuro, 4 parole che diventeranno 4 voci enciclopediche per un nuovo lessico delle nuove forme del lavoro culturale.

Questa settimana vogliamo scoprire qual è il lavoro, o l’occupazione, che secondo voi potrebbe avere maggior rilevanza per il settore culturale nei prossimi anni.

Il primo sondaggio, lanciato lunedì 14 maggio e chiuso ieri sera, domenica 20 maggio, era dedicato ai temi del lavoro culturale. Il terzo  sarà lanciato online lunedì 28 maggio e riguarderà luoghi e strumenti di lavoro e il quarto, previsto per il 4 giugno, affronterà le pratiche del lavoro culturale.

Passa il cursore sull’immagine per scorrere il sondaggio fino in fondo.

Nube di parole è un progetto ideato e promosso da cheFareWeMakeCentro Studi del Presente e Polo del ‘900 con il sostegno di Compagnia di San Paolo .

Con il sostegno di
nube di parole compagnia di san paolo

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

L’audience engagement è autorappresentazione o militarizzazione della realtà?

14 Gennaio 2019

La formazione dei community hub

14 Dicembre 2018

Dalla sostenibilità economica alla neurosostenibilità

10 Dicembre 2018