Almanacco > Inediti
6 Novembre 2019

Stiamo cercando 1 tirocinante curriculare che si occupi di grafica e impaginazione

Scarica l'inedito in PDF!

Per scaricare l’articolo in pdf bisogna essere iscritti alla newsletter di cheFare, completando il campo qui sotto l’iscrizione è automatica.

Inserisci i dati richiesti anche se sei già iscritto e usa un indirizzo email corretto e funzionante: ti manderemo una mail con il link per scaricare il PDF.

Se inserisci il tuo indirizzo mail riceverai la nostra newsletter. Questa è la nostra informativa privacy

[recaptcha size:compact]

cheFare è un’agenzia di trasformazione culturale e abbiamo un sacco di prelibatezze in pentola per immaginare nuovi modi di fare cultura: siamo appena usciti dalla 2-giorni di Molto Presto, sulle prospettive d’azione dei nuovi centri culturali, siamo appena partiti con le residenze artistiche del nostro programma BAGLIORE, per raccontare i nuovi centri culturali di tutta Italia — continuiamo il nostro lavoro giornaliero con le pubblicazione dell’Almanacco e le novità che non possiamo ancora raccontare sono parecchie.

Per questo motivo, abbiamo bisogno di una mano: stiamo cercando 1 tirocinante curriculare che si occupi di grafica e impaginazione — in sintesi dovrà aiutarci a creare prodotti grafici per la nostra comunicazione editorial, istituzionale e social e dovrà occuparsi di impaginare cum grano salis i nostri progetti. Il nostro tirocinante ideale può stare con noi, idealmente, per un periodo più lungo di 3 mesi.

Qui sotto l’annuncio completo, per le candidature invia una mail a mail@che-fare.com con, in oggetto, la dicitura “tirocinio grafica”, una copia del tuo curriculum e qualche riga per spiegarci perché vorresti lavorare con noi. Se non ti occupi di grafica ma vorresti lavorare con noi, sappi che stiamo cercando anche 1 tirocinante curriculare che si occupa di scrittura editoriale, progettuale e social media.

INVIACI LA TUA CANDIDATURA

Attività: Stiamo cercando un tirocinante curricolare che affianchi il dipartimento di progettazione e comunicazione di cheFare nella finalizzazione di documenti di progetto, dispositivi di comunicazione e progetti editoriali. Il lavoro svolto dal tirocinante riguarderà la creazione di dispositivi di presentazione, comunicazione e progettazione graficamente ed esteticamente curati e utili alla fruizione.

L’input del tirocinante sarà attivamente integrato nello sviluppo dei materiali pubblici di cheFare e ci permetterà di potenziare la nostra capacità di comunicazione verso l’esterno. Le superfici di lavoro includeranno: documenti di progetto per bandi e proposte di collaborazione, PDF di restituzione per progetti editoriali e progettuali, dispositivi di attività progettuale (workshop, attività on-site), comunicazione pubblica (card social, immagine coordinata). Data la natura dei processi, il tirocinante può essere attivamente presenti negli studi di cheFare.

Competenze da acquisire: Nel corso del tirocinio, il tirocinante potrà acquisire conoscenza verticale ed approfondita delle dinamiche di lavoro del mondo della progettazione culturale, riconoscendo possibilità e criticità dei processi. Il tirocinante, inoltre, svilupperà progetti editoriali e dispositivi di comunicazione dai pubblici multi-livello e potrà sviluppare la sensibilità necessaria a conciliare volontà creativa con necessità di dialogo con i diversi interlocutori. Ancora, fondamentale, il tirocinante sarà chiamato a sviluppare la capacità di lavorare in un team impegnato a sviluppare proposte culturali di alto livello con un occhio di grande riguardo per l’accessibilità di queste proposte.

Competenze tecniche e caratteristiche personali: il tirocinante ideale dispone di una conoscenza intermedia ed operativa dei principali programmi di grafica (Photoshop, InDesign, Illustrator) oltre che della capacità di gestire un’impaginazione curata nelle piattaforme di lavoro testuali (Google Documenti, Word, Pages) e dei processi di stampa — il tirocinante ideale ha esperienze precedenti con progetti di impaginazione e sviluppo di carattere editoriale e di dispositivi di comunicazione web e social. Dal punto di vista personale, il tirocinante ideale ha un interesse naturale per la progettazione culturale e per le tematiche di innovazione sociale: in breve, sente la necessità di fare qualcosa per il mondo e la società che lo circonda ma non ha una prospettiva progettuale sul come farlo.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

inadeguatezza, Mark Fisher

Mark Fisher: per un’economia politica dell’inadeguatezza

2 Aprile 2018
altra economia

I nuovi mestieri dell’Altra economia

10 Luglio 2015

Oltre la rigenerazione di spazi: imprese sociali e sviluppo locale