Almanacco > Inediti
11 novembre 2016

Una Tournée da Bar (quasi) nazionale

Scarica l'inedito in PDF!

Per scaricare l’articolo come pdf è necessario essere iscritti alla newsletter di cheFare.
Inserisci i dati richiesti, anche se sei già iscritto in modo che il sistema possa verificare.
Riceverai via mail il link per scaricare il PDF.

Letta l'informativa*, dichiaro di averne compreso il contenuto e acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità e secondo le modalità ivi indicate.

Nella puntata precedente:

Tiziano: “Com’è andata a Torino, tutto bene?”
Davide: “Faticoso, ma ho preso accordi con un sacco di bei posti”
Tiziano: “Ma quindi facciamo una nuova tournée tra Milano e Torino?”
Davide: “In verità, no: gireremo un sacco di città”

52 date tra Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Liguria, Valle d’Aosta; la Tournée da Bar nazionale (o quasi) è partita da Milano il 23 settembre e proseguirà per più di tre mesi, terminando il 10 dicembre. Numeri e luoghi che raccontano di un successo, costruito anche attraverso le numerose partnership strette con realtà più o meno grandi, sparse sul territorio nazionale e tutte attive nel campo dell’innovazione sociale e culturale.

Milano e Brianza, 23 settembre – 9 ottobre. Tra le realtà più grandi, sicuramente, c’è Base: il nuovo polo culturale di Milano sorto in zona Tortona dove il 30 settembre è andato in scena l’Amleto e si è discusso assieme a cheFare e SmartIt di “audience development e audience engagement: nuove frontiere del cooperativismo sociale e culturale”. La conclusione del tour milanese si è invece festeggiata il 1° ottobre in un altro spazio simbolico, la Palazzina 7 di viale Molise: un progetto di riuso temporaneo e riattivazione di spazi avviato nel 2012 e che è parte di Temporiuso X Milano.

Dal 2 al 9 ottobre la Tournée da Bar ha portato l’Otello e il Romeo e Giulietta in Brianza: Desio, Limbiate, Cusano Milanino, Arcore, Monza ed Erba. Proprio in quest’ultima cittadina si è vista una partnership particolare: a Erba, fino a pochi anni fa, la popolazione veniva coinvolta attivamente, facendo da comparsa o cantando nel coro, negli spettacoli estivi del Teatro Licinium in cui anche Davide Palla, attore e project manager della Tournée da Bar, aveva recitato. Così, in previsione della messa in scena dell’Otello del 6 ottobre, Davide ha richiamato le persone che avevano partecipato a quegli spettacoli in una sorta di rimpatriata che si è svolta alla birreria Majnoni.

bar

Mercato Sonato

Trentino Alto Adige, 11-15 ottobre. Concluso il tour in Lombardia, la truppa si è spostata con il suo Romeo e Giulietta in Trentino Alto Adige (Trento, Bolzano e Rovereto), cominciando a interloquire anche con il Teatro Stabile di Bolzano. Come mai una realtà come questa collabora con la Tournée da Bar, che è nata anche come ribellione nei confronti di un mondo a volte chiuso alle novità come quello dei grandi teatri? Miracoli dell’audience development, una pratica di ampliamento e diversificazione del pubblico che oggi viene incentivata dal ministero per i Beni Culturali e che un progetto come la Tournée da Bar è in grado di attivare, ponendosi come ponte tra un pubblico più giovane e i teatri tradizionali. L’idea è di cominciare a conoscersi e testare il modello sul territorio: una sorta di versione beta dell’iniziativa che verrà riproposta in futuro.

Sempre in Trentino, la Tournée da Bar ha lavorato con realtà come Impact Hub, un incubatore per start up che aiuterà nella promozione degli spettacoli, e WeighStation, una comunità molto attiva nel territorio di Bolzano che è anche uno spazio per l’arte, la fotografia e la musica e che offre supporto e consulenza per concretizzare progetti creativi. WeighStation ha offerto un piccolo budget alla Tournée da Bar, ricevendone in cambio una promozione durante gli spettacoli in Trentino.

Bologna ed Emilia Romagna, 19-29 ottobre. Da Parma a Piacenza, passando per Casal Maggiore e Crevalcore per poi andare a concludere con più repliche a Bologna. Ma è a Crevalcore che si trova una delle realtà più interessanti, quella delle Sementerie Artistiche: un complesso culturale all’interno di un’azienda agricola nella campagna, formato da una sala teatrale, da una foresteria e da altre due sale in allestimento. Durante i primi giorni del tour emiliano Davide e compari avranno un posto dove dormire e anche una sala prove a disposizione, dove inizieranno a imbastire il prossimo spettacolo della Tournée da Bar; in cambio, le Sementerie ottengono una replica dell’Otello. Un’economia degli scambi da cui tutti ci guadagnano.

bar

La Claque Genova

A Bologna, nella serata del 29 ottobre al Mercato Sonato, gli ospiti speciali sono Baumhaus, la casa delle arti urbane della Bolognina vincitrice del terzo bando cheFare, che proporrà un lettering open air con Andrea Delliquadri, e il concorso teatrale Brisa (organizzato da Arci Bologna), a cui partecipano giovani compagnie dell’Emilia Romagna con spettacoli di venti minuti pensati per essere messi in scena in luoghi non convenzionali. L’affinità con la Tournée da Bar è evidente, ragion per cui il vincitore del concorso rappresenterà il suo spettacolo prima dell’Otello.

Dal 6 al 12 novembre, la Tournée da Bar fa tappa a Torino, ma ne abbiamo già parlato in abbondanza.

Genova, 15-27 novembre. Prima con l’Amleto e poi con il Romeo e Giulietta, la tappa genovese della Tournée da Bar è bella lunga. Merito anche di Enrico Pittaluga, uno degli attori che collaborano con Davide e gli altri, genovese di nascita, che si è adoperato per trovare le date. Il 17 e il 24 novembre, i due spettacoli di Shakespeare andranno in scena nel bar del foyer Trionfo, all’interno dello storico Teatro della Tosse, dove Pittaluga ha portato in scena con i suoi soci un altro spettacolo che ha dimostrato di saper avvicinare i giovani al teatro: Generazione Disagio.

Valle d’Aosta, 6-10 dicembre. La prima Tournée da Bar nazionale si conclude tra i monti: 4 tappe tra Aosta e i comuni limitrofi di Nus, Quart, Jovençan. Anche qui ci sarà modo di confrontarsi con i più giovani, grazie all’incontro che si terrà alla Cittadella dei Giovani per parlare della possibilità di fare impresa culturale e di vivere di questo lavoro.

6 regioni, 21 città, oltre tre mesi di spettacoli in tutto il nord Italia. E il sud Italia? Quest’anno sarebbe stato troppo impegnativo, a livello logistico e di energie, estendere così tanto la tournée. Ma il progetto è già in cantiere: se ne parlerà nel 2017. Intanto i ragazzi di Tournée da Bar sono alle prese con gli spettatori del nord Italia, i quali sembrano apprezzare parecchio il linguaggio del Bardo.

Spettatore: “Posso dirti una cosa?”
Davide: “Certo, dimmi”
Spettatore: “È stato davvero bello sentire il linguaggio shakespeariano nel caos di questo bar”
Davide: “Ti ringrazio”
Spettatore: “Mi piace quando si mischia l’antico al moderno, si crea un bel cortocircuito interessante”
Davide: “Beh, allora ti sarebbe piaciuto un sacco il pitch che ho fatto davanti alla giuria del premio CheFare…”

To be continued

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Questo articolo appartiene a:

Percorsi > Innovazione culturale | Progetti > Bando cheFare

Potrebbero interessarti anche questi articoli

cultura

Italia Evolution: essere presenti scomparendo

7 giugno 2018

Nube di parole #3. Luoghi e strumenti del lavoro culturale

28 maggio 2018
patrimonio, open house

Open House: sperimentare il patrimonio (non solo promozione)

8 maggio 2018