Per un’agenda di rigenerazione urbana del patrimonio pubblico

Cosa fare del patrimonio immobiliare pubblico non più utilizzato dalle amministrazioni? Non è un caso che sul tema si discuta anni: molte amministrazioni dispongono di beni che non servono più o che potrebbero essere sostituiti da altri immobili, più funzionali e meglio localizzati. La messa a valore di un patrimonio di vaste proporzioni non più utilizzato rappresenta una sfida tanto per i nostri territori quanto per le finanze di molte amministrazioni.

Le politiche di valorizzazione del patrimonio pubblico si sono di norma concentrate sullo spostamento di questi beni verso il mercato. L’ipotesi assunta è semplice: il mercato dispone di risorse e conoscenze in grado di assicurare impieghi efficienti a risorse altrimenti destinate all’abbandono. Con simili presupposti, le politiche hanno premiato lo snellimento dei procedimenti patrimoniali e la possibilità di rapide varianti urbanistiche.

Alla luce delle nuove coordinate del mercato immobiliare, queste politiche si sono rivelate inefficaci. Senza domanda, developer e investitori hanno trattato con indifferenza l’offerta di nuovi immobili destinati a trasformazione, con l’effetto di lasciare senza esito i propositi di valorizzazione delle amministrazioni.

In un patrimonio sospeso tra l’abbandono delle amministrazioni e il rifiuto del mercato hanno preso avvio forme originali di valorizzazione promosse da associazioni, imprese e professionisti. Gli ambiti di azione sono i più diversi ambiti: fab lab e nuova manifattura digitale, giovani professionisti alla ricerca di spazi di co-working, atelier di artisti e centri di produzione culturale. Una nuova economia si è fatta avanti in immobili altrimenti abbandonati, dando opportunità a iniziative che avrebbero trovato evidenti difficoltà ad affermarsi altrimenti.

I casi e le esperienze riguardano diverse regioni del Paese: la riconversione dell’Ex Fadda a San Vito dei Normanni, la caserma dei pompieri di Ferrara e Casa Bossi a Novara rappresentano altrettanti esempi di beni valorizzati grazie a comunità capaci di riprenderne in mano il destino.

Altri titoli di interesse